EVO


IDEAZIONE E COREOGRAFIA
GIULIANA URCIUOLI
PERFORMANCE

GIULIANA URCIUOLI 
VIDEO
ALESSANDRO AMADUCCI
PRODUZIONE

ZEBRA cultural zoo, UQBARTEATRO
DURATA 35 MINUTI

Video demo su Vimeo 

VIDEO INSTALLAZIONE
di Giuliana Urciuoli
e Fiorenzo Zancan
Video Installazione demo su Vimeo 











read more...

EX




foto: marco ambrosi
IDEAZIONE E COREOGRAFIA
GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER
GIULIANA URCIUOLI
VIDEO
ALESSANDRO AMADUCCI
PRODUZIONE UQBARTEATRO
DURATA 45 MINUTI

Video:
Demo e versione integrale su Vimeo






EX è uno studio sulla trasformazione e l’evoluzione, sul passaggio in diversi luoghi che appartengono all’essere, attraversato da mutevoli nature, che come un’energia lo percorrono spingendo dall’interno e diventando scheletro, linfa, stelo, corpo: natura primigenia, vegetale, animale, digitale e che pure appartiene al nostro trovarci in vita.
Spesso la trasformazione degli esseri viventi ed il ricambio cellulare non sono processi graduali: avvengono con passaggi bruschi interrotti da attimi di quiete e silenzio… e così è per la percezione che abbiamo di questa stessa metamorfosi. In scena un corpo solo costruisce trame di interazione con le immagini videoproiettate sulla pelle.

finalista premio GDA'09
Rete Anticorpi








read more...

SITE SPECIFIC

STUDIO PER EX
VIDEOINSTALLAZIONE
COREOGRAFIA GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER GIULIANAURCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
TOUR:
-11 dicembre 2009 CALDOGNO (VI) - BUNKER C-4 Centro Cultura Contemporaneo Caldogno
-9 aprile 2010 NOALE - TORRE CAMPANARIA “El Greco” - PAESAGGIO CON UOMINI 2010
EX - SITE SPECIFIC
11 dicembre 2009 CALDOGNO (VI) - BUNKER C-4
Centro Cultura Contemporaneo Caldogno




























foto: augusto collini

ENGL.
EX is thought to be performed in a theater or as a SITE SPECIFIC-URBAN PERFORMANCE .In this last case a dark place is needed (it’s enough proposing the piece to the public during the evening, in a not illuminated space) for the video projected on the skin to be seen.An appropriate urban space (3m. x 4m. minimum) with a wall or something like behind is required.The nature of the video projection allows the body to get into a metamorphosy which is giving different suggestions, according to the environment and the materials (organic, inorganic, ecc.) that are surronding the performer.It’s also possible to perform in nature, with leaves, bushes, branches or natural elements behind the body, so that it can be absorbed by the natural elements and became part of them in it’s transformation.

 
 
IN SIDE OUT
IN SIDE OUT è UNA VIDEOINSTALLAZIONE - SITE SPECIFIC, pensata come un taglio nella terra che rimanda ad una scossa di terremoto, ad un crepaccio che si apre nel ghiaccio.
La terra viene scavata e l'apertura che si genera riempita con dell'acqua, grazie ad un telo di plastica che non le permette di essere assorbita dalla terra.
Su quest'acqua è proiettato il video di una donna che danza durante l'ultimo periodo della gravidanza: un'improvvisazione nel silenzio di una stanza totalmente buia, videoripresa con i raggi infrarossi.
Come ciò che accade nel corpo della donna e all'interno della terra all'inizio, prima che la terra germini. Una sorta di genesi.
Il taglio nella terra è il dare alla luce, l'inizio di qualcosa di completamente nuovo, il dolore, la fecondità, il sesso, la vita che spinge dall'interno.
La video installazione non ha bisogno di un intervento particolarmente invasivo sull'ambiente, lo scavo può anche essere di piccole proporzioni, in base alla specifica situazione. Il video non ha suono, dura 21 minuti ripetuti in loop.
 
ENGL.
CHOREOGRAPHY GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
IN SIDE OUT is a SITE SPECIFIC VIDEO INSTALLATION ON WATER,thought as a cut in the earth, reminding to an earthquake result or a cleft in the ice.The earth gets excavated and the hole which opens gets filled with water, with the help of a plastic sheet that doesn’t allow the water to be absorbed.On this water is projected a video about a woman dancing during her last period of pregnancy: it’s an improvisation recorded with x-ray, in the silence of a dark room, reminding to what’s happening inside the woman’s body and inside the earth at the very beginning of things, before it germinates. A sort of genesis.The cut in the earth is the giving birth, the beginning of something new, the pain, fecondity, sex, life that pushes from the inside.The video installation doesn’t need a particularly invasive intervention on the environment, the excavation can also be of a small proportion, depending from the specific situation. The video doesn’t have any sound, and have a 21 minutes duration repeted in a loop.TECHNICAL REQUIREMENTS-video projector
-acces to electric power-the possibility to protect the video projector from eventual rain

TOUR:
-20 giugno 2009 - RIVOLI VERONESE - CAVA DI MARMO -BALDO FESTIVAL - video installazione su parete rocciosa
-9 aprile 2010 NOALE - TORRE CAMPANARIA “El Greco” - PAESAGGIO CON UOMINI 2010



INLAND
COREOGRAFIA GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
E’ un progetto per una VIDEO INSTALLAZIONE SUL SALE,
dove una danzatrice incorpora mondi e paesaggi immaginari, come un sogno di una natura altra che vive nel corpo sostituendo organi, scheletro e sangue.
Un flusso di immagini che viaggia in uno stato inconscio della mente, diventando sensazione e percezione del corpo vivente: la visione di un microcosmo che riflette un macrocosmo dell’immaginario.


ENGL.
CHOREOGRAPHY GIULIANA URCIUOLI
PERFPRMER GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI

It’s a project for a SITE SPECIFIC VIDEO INSTALLATION ON SALT, where a dancer embodies fancy worlds and landscapes, like a dream of an undernature which lives inside the body substituting organs, skeleton and blood.Like a fluxus of images that travels in an unconscious state of mind becoming sensation and self perception of the living body: the vision of a microcosm reflecting an imaginery macrocosm.



STASI
DANZA URBANA/ URBAN DANCE
















COREOGRAFIA GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER GIULIANA URCIUOLI
ARRANGIAMENTO MUSICALE PAKI ZENNARO
PRODUZIONE UQBARTEATRO

STASI è una danza che evoca il riverbero prodotto da un pensiero ricorrente, da un’indecisione, un'inquietudine, da un tenersi al confine fra il dire di sì e il dire di no. É la traccia di una frenesia che esplode dentro e di un’immobilità che vuole farsi sentire.

TOUR STASI:
-27 giugno 2009 -VICENZA - performance urbana
-1 luglio 2009 - PORTOGRUARO - performance urbana
-5 settembre 2009 - BELLUNO - performance urbana









INCORPORE
 

VIDEO INSTALLAZIONE PERFORMATIVA

COREOGRAFIA GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
ARRANGIAMENTO MUSICALE PAKI ZENNARO
PRODUZIONE ZEBRA radical zoo, UQBARTEATRO




 INCORPORE è una video installazione performativa che nasce da un’ improvvisazione nel silenzio di una stanza totalmente buia durante l'ultimo periodo della gravidanza.
I processi di trasformazione e moltiplicazione cellulare che avvengono nel silenzio del corpo della donna si alternano alle immagini iconografiche della Madonna incinta e alle videoriprese a raggi infrarossi di una danza nel buio: riflessiva, lieve e violenta.
Ciò che accade in questo spazio intimo è potente e fragile allo stesso tempo, ha la forza viscerale di un impulso vitale che non si arresta.





TOUR:
-9 aprile 2010 NOALE - TORRE CAMPANARIA “El Greco” - PAESAGGIO CON UOMINI 2010

IL GIORNO, LA NOTTE, IL GIORNO

COREOGRAFIA GIULIANA URCIUOLI
PERFORMER GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
ARRANGIAMENTO MUSICALE PAKI ZENNARO
PRODUZIONE UQBARTEATRO
DURATA 50 MINUTI

Un ciclo che si ripete, fasi alterne,
un ritornare.
Sono alcune delle immagini che accompagnano
Il nascere di questo spettacolo che ha preso tempi
e attraversato momenti diversi.

All’inizio
un sentire fluido che scorre,
un continuo interrotto a tratti da attimi
di sospensione, pause, punti di rottura
che ne spezzano l’andamento.
Attimi
in cui si è pronti al balzo
dopo un lungo tenersi ai confini
o in cui semplicemente non si sa
e si aspetta.
Una separazione,
il desiderio, la luce alterna di un faro,
un volo di attraversamento.
La pulsazione di un battito che sobbalza e cambia
il suo ritmo vitale.
Poi
lo scorrere delle cose l’una dentro l’altra
e delle età.
L’attesa di un bambino, la forza di un nucleo originario
che germina e si trasforma, ma che era lì da sempre,
come se le età si fossero avvolte le une sulle altre trasformandosi profondamente,
ma rimanendo tutte presenti e pulsanti
come quella cellula dell’inizio.
Le immagini hanno trovato nel video un nuovo modo di prendere forma seguendo un percorso
legato alla gravidanza.
Una moltiplicazione che muta un essere in un altro essere,
crea legami, connessioni, segna un attraversamento, vive.



Una pulsazione vitale, continua, alterna, segna il ritmo del nostro vivere fluido o interrotto, sicuramente non omogeneo segnato dall’alternanza del sentire, del percorrere età diverse, una dentro nell’altra, a volte sovrapposte o così lontane da sembrare punti di fuga, poli che chiamano a sé le nostre visioni, i nostri sogni e ci trasformiamo…un essere in un altro essere, una continua metamorfosi che fa di noi sempre un altro l’altro dell’immaginario, del desiderio e ancora quella cellula pulsante dell’inizio .

A vital pulse, continuous, alternate, marks our fluid or broken living rhythm, for sure not homogeneous, scarred by the alternation of feelings, going through different ages, one inside the other, sometimes superimposed, or so far away to look likevanishing points, poles that draw our visions, our dreamsand we transform ourselves…one being into another being, a continuous metamorphosisthat makes us always another one, the other of the imaginary, of the desire, and still that pulsating cell of the beginning.


THE DAY, THE NIGHT, THE DAY
CHOREOGRAPHY - PERFORMER GIULIANA URCIUOLI
VIDEO ALESSANDRO AMADUCCI
MUSICAL DESIGN PAKI ZENNARO
PRODUCTION UQBARTEATRO
DURATION 50 MINUTES

A cycle that repeats itself, alternate phases, a turning back.
These are the images that go with the birth
of this performance which took different times
and went through different periods.
At first a fluid feeling that flows, a continuum,
interrupted at times by moments of suspension,
pauses, breaking points that break up its course.
Instants when you are ready to bound
after a long stay on the edges
or when you just don’t know and wait.
A separation, the longing,
the alternate flash of the lighthouse,
a crossing flight.
a beat that pulsating, bumps and changes its vital rhythm.
Then things flowing one into the other and ages as well.
Expecting a child: the strength of an original nucleus
that germinates and transforms itself,
but being there since forever,
as if ages were wrapped one around the others,
transforming themselves, but everything remaining…
just like that original cell of the very beginning.
In the video these images have found a new way to take shape
following a course tied up with pregnancy.
A multiplication that changes a being into another,
creates ties, connections, marks a crossing, lives.





VIDEO ARTE


VIDEO, MUSICA: ALESSANDRO AMADUCCI
COREOGRAFIA, PERFORMANCE: GIULIANA URCIUOLI
COMPUTER GRAPHICS: DIMITRI MILANO, ALESSANDRO AMADUCCI    
   
PRODUZIONI E PRINCIPALI FESTIVAL DI VIDEO ARTE:


 
IN THE CAVE (OF TECHNOLOGY)

-FIVA Festival Internacional de Videoarte, Buenos Aires (Argentina), 1-3 Dicembre 2014
-MusicVideoArt, rassegna organizzata da Heure Exquise!, Palais Des Baueaux Arts, Lille, 
 e Maison Folie le Fort, Mons-en-Barouel (Francia), 2-4 Dicembre 2014
 
CONCERT FOR SHADOWS 1-10 -Loikka Dance Film Festival Helsinki, Finland, 3-6 Aprile 2014
-Shortwaves-Dances with Camera, Poznan, Poland, 2-4 Aprile 2014
-programma online di En Route Dance Film Festival, 7-14 Dicembre 2013
-In Shadows 2013 Festival Internacional de Vídeo, Performance e Tecnologias, Lisbona,
28 Ottobrer-8 Novembre 2013
-Dance4Reel, Emory University (USA), Novembre 13, 2013
-selezione online  di DANCE:FILM bites, Scotland, Novembre 4-9 2013
-Danca em foco, Festival Internacional de Video & Danca, Brasile, 14-30 Agosto 2013
-Festival International de Vidéo Danse de Bourgogne, 2-5 Aprile 2013
 
CONCERT FOR SHADOWS 11-14
-Danca em foco, Festival Internacional de Video & Danca, Brasile, 14-30 Agosto 2013
 
ANATOMY THEATER
-Festival Miden at XBOX Videoart Project Space, Milano, 16-30 gennaio 2014
-Festival Vidéoformes exhibited at Le Generateur, Gentilly, 28 Novembre 2013
-Festival Internacional VideodanzaBA, Buenos Aires (Argentina),  24 -29 Settembre 2013
-Danca em foco, Festival Internacional de Video & Danca, Brasile, 14-30 Agosto 2013
-Festival Miden, Grecia, dal 4 al 6 luglio 2013 
-Festival Vidéoformes 2013, La Scam, Parigi, 11 Aprile 2013
-Vidéoformes, Clermont-Ferrand, 20-23 Marzo 2013
-Audiovisioni Digitali -video e ricerca artistica oggi- manifestazione organizzata da CARMA
in collaborazione con Art Hub. Macro, Roma, 18-19 Gennaio 2013
-Madatac 04 Muestra Abierta de Arte Audiovisual Contemporaneo, Madrid, 10-16 Dicembre 2012
-Festival 21 dokumentART, Neubrandenburg (Germania)- Szczecin (Polonia), 13-20 Novembre 2012 
-mostra Digital Performances al Fonland Festival, Portogallo, dal 15 Settembre al 26 Dicembre 2012,
curata da José Vieira
-San Francisco International Fashion Film Festival, 25 Agosto 2012
-Festival Internazionale del Cinema d’Arte, 15 – 23 Luglio 2011, Bergamo
-Transfera all'interno della puntata del 22 maggio 2011 del programma radiofonico sulla musica
elettronica del canale 3 della radio nazionale spagnola, Atmosfera
-Festival Videoakt, International Videoart Biennial. Barcellona, 19 Maggio 2011
-Souvenirs from Earth,
la prima tv via cavo internazionale interamente dedicata alla videoarte.
Francia: freebox 133, Orange 125 , SFR/neufbox 185; Germania: Unitymedia and Kabel BW
-Arte Accessibile, curata da Tiziana Manca.
Sede del Gruppo 24 Ore (via Monte Rosa 91, Milano), dal 7 al 10 aprile 2011
-trasmesso la sera del 25 marzo da Transfera TV, un programma prodotto da Transfera Media Arts
e curato da Iury Lech, in onda su Canal Autor Channel- Orange (dial 35) e Euskaltel, Madrid
-Sentimentes, Ex Stazione Leopolda, Pisa, 28 Gennaio-5 Febbraio 2012
-Cinesonika 2, Celebrating the Soundtrack, Canada, 18 Febbraio 2012
 
-Bideodromo International Experimental Film and Video Festival, Bilbao (Spagna), 5-24 Ottobre 2012
-Festival 21 dokumentART, Neubrandenburg (Germania)- Szczecin (Polonia), 13-20 Novembre 2012
-Videoakt International Videoart Biennal, Berlino, 4-5 Dicembre 2012
 
A SECRET PLACE

Menzione speciale al Festival Il Coreografo Elettronico, Italia, 2011
-rassegna internazionale di videodanza Wallpaper Dance, dal 13 al 30 giugno 2012, Trieste
-Colectiva 3- Secuencia, Mexico City, 30 Marzo 2012
-Vidéoformes - Manifestation internationale d'art vidéo & cultures numériques, Clermont-Ferrand,
14-17 Marzo 2012
-Madatac 03-Muestra de Artes Digitales Audiovisuales y Tecnologías Contemporáneas, Madrid,
12-18 Dicembre 2011
-International Streaming Festival (The Hague), Olanda, 1-18 Dicembre 2011
-InShadow Festival, Lisbona, 1-10 Dicembre 2011
-Festival VideoDanzaBA, Argentina, 22-30 Novembre 2011
-Danscamdanse-Dancefilm Festival Belgium, 9-11 Novembre 2011
 

SHEDDING

vincitore di Magmart International Videoart Festival, Casoria-Napoli, 31 Marzo 2012
-I Codici dell'Apocalisse, Palazzo Grassi, Bologna (Italy), from January 24 to February 7, 2014
-Visioni dal futuro, Castello di Corigliano Calabro, 20 Agosto 2013
-02 Videoakt International Videoart Biennal, Berlino, 4-5 Dicembre 2012. A cura di Angie Bonino
-Festival 21 dokumentART, Neubrandenburg (Germania)- Szczecin (Polonia), 13-20 Novembre 2012
-Bideodromo International Experimental Film and Video Festival, Bilbao (Spagna), 5-24 Ottobre 2012
-Cinesonika 2 -Celebrating the Soundtrack, Westminster Savings Credit Union —
Simon Fraser University Surrey Theatre, Canada. 18 Febbraio 2012 
-Sentiments, Ex Stazione Leopolda, Pisa, dal 28 Gennaio al 5 Febbraio 2012
 
BLOODSTREAM
-Mestre Film Fest VideoHeart. Percorsi video emozionali alternativi, Centro Candiani, Mestre, Italy,
19th October 2013
-Festival Vidéoformes per Belgrade Art Fair, 26-28 Ottobre 2012  a cura di Gabriel Soucheyre
-Aiva, Angelholm International Videoart Festival, Svezia, 26-28 Aprile 2012
-"Videoart from Europe", curata da Gabriel Soucheyre. Angelholm, Svezia, 26-28 Aprile 2012
-Cultura Colectiva 3 - Secuencia, Mexico City, 30 Marzo 2012
-Festival Vidéoformes-Art vidéo et cultures numériques- Clermont Ferrand, 16-19 Marzo 2012
-Sentimentes, Ex Stazione Leopolda, Pisa, 28 Gennaio-5 Febbraio 2012
-Festival The Scientist, Ferrara, 15 Ottobre 2011
-Tunnel Gallery, underground tunnel Levanto-Bonassola. Collaboration with Laura Film Festival,
20 - 30 luglio 2011
-Festival Internazionale del Cinema d’Arte, 15 – 23 Luglio 2011, Bergamo
-Arte Accessibile, Sede del Gruppo 24 Ore, Milano, 7 - 10 aprile 2011
-Souvenirs from Earth, International video art tv
Francia: freebox 133, Orange 125 , SFR/neufbox 185; Germania: Unitymedia and Kabel BW
-Videoholica, Bulgaria, 3-10 agosto 2010
-Festival Vidéoformes per Belgrade Art Fair, 26-28 Ottobre 2012
 
STUDIO PER EX                                                                                                                                                                                                 
-BUNKER C-4 Centro Cultura Contemporaneo Caldogno, dicembre 2009 Caldogno (Vi)                                 
-Paesaggio con Uomini, 9 aprile 2010 Noale - Torre Campanaria “El Greco”
 

FLESH PATHS
-Sentiments, Ex Stazione Leopolda, Pisa, dal 28 Gennaio al 5 Febbraio

-Catodica 5, Stazione Rogers , Trieste, dal 21 al 28 gennaio 2010
-In Shadow, 1 Festival Internacional de Video, Performance e Tecnologias, 24-26 Novembre 2009,
Lisbona, Portogallo                                                                                                                                                                 
 

ELECTRIC SELF
Primo premio artista indipendente, festival Optica, Spagna
-Entresilos, 5 Muestra Internacional Arte Contemporaneo, Villacanas Toledo, Spagna,
dal 9 al 23 Settembre 2012
-Sentimentes, Ex Stazione Leopolda, Pisa, 28 Gennaio-5 Febbraio 2012
-Festival The Scientist, Ferrara, 15 Otobre 2011
-Athens Dance Video Project, Atene, dal 28 Ottobre al 6 Novembre 2011
-Dance and Media Japan, Tokyo, 29 aprile - 2 Maggio 2010
-Nero e bianco. Gouache e ritmato - Fabbrica del Vapore, Milano, Marzo 2010
-Les Temps D'Heures Exquise! Lille, Francia, aprile 2010
-Strane Visioni, Torino, marzo 2010
-Moving Virtual Bodies, Ravenna, novembre 2009 -Streaming Festival, Olanda, novembre 2009
-In Shadow, Portogallo, novembre 2009
-Frame Research, Portogallo, novembre 2009  
-Moving Virtual Bodies, Bassano del Grappa - Italia, novembre 2009
-Cibercepcion, Bolivia, agosto 2009
-Summersound Festival, Irlanda, agosto 2009  
-Yoveovideofestival, USA, luglio-agosto 2009
-Festival de cine de Huesca, Spagna, giugno 2009  
-Quattro passi nella videoarte, Italia, aprile 2009
-Dissezioni, Verona-Italia, dicembre 2008  
-I.E.D., Spagna, novembre 2008
-Loop, Spagna, novembre 2008
-Arte e Cinema, Italia, novembre 2008  
-Zeitgeist, USA, ottobre 2008
-Nuit Blanche, Francia, ottobre 2008
-Videopuntozero, Italia, settembre 2008
-Invideo, Italia, novembre 2007

-Optica, Spagna (1 premio come artista indipendente), novembre 2007
-Imaginaria, Italia, luglio 2007 -Mostra Internazionale del nuovo Cinema, Italia, giugno 2007
-Sperimentartevideo, Italia, aprile 2007
 
 
 

 
PRODUZIONI COREOGRAFICHE

e  PERFORMATIVE

 
2014
EVO_CLOSED LOOP (WORK IN PROGRESS), ATTI II E III
 2013
PROVERB (WORK IN PROGRESS) with the support of CSC Centro per la scena contemporanea,
Bassano del Grappa
dal 2011
collabora con il video maker  Fiorenzo Zancan alla creazione di installazioni e video d'arte:
Madri e Figlie; 7 Cose; EVO_INSTALLAZIONE; White Filfstrips;
dal 2010
EVO_ATTO PERFORMATIVO, ideazione, performance: Giuliana Urciuoli,
produzione: ZEBRA cultural zoo, UqbarTeatro – Verona
2009
EX, ideazione, coreografia, performance: Giuliana Urciuoli, video: Alessandro Amaducci,
produzione: ZEBRA cultural zoo,  UqbarTeatro – Verona
 2008
La corsa dei fuochi, Opera senza cornice, coreografia e danza: Giuliana Urciuoli,
poesia e regia: Ida Travi, acting: Daria Anfelli, produzione: Poetica&Uqbar - Verona
2006
Il giorno, la notte, il giorno, ideazione, coreografia, performance: Giuliana Urciuoli,
video: Alessandro Amaducci, produzione: UqbarTeatro – Verona
 dal 2005                                
Lavora nell'ambito della video arte collaborando come coreografa e performer  con il video maker
Alessandro Amaducci alla creazione di installazioni site specific, video danza, videoperformance,
video sperimentali: Electric Self; Flesh Path; Blood Stream; The day, the night, the day; In side out;
Studio per EX; EX; Shadding;  A Secret Place; Anatomy Theatre; Concert for Shadows 1-10;
Concert for Shadows 11-14; In the Cave.
 2003
Belladonna, coreografia e danza: Giuliana Urciuoli, Daria Anfelli, actress: Daria Anfelli, testi poetici:
Marina Cvetaeva, Anna Achmatova, Emily Dikinson, produzione: UqbarTeatro – Verona

1998
Summa; coreografia: Juhos Istvan, Panja Fladerer, Giuliana Urciuoli, Valentina De Piante;
produzione: Teatro Mu - Budapest  (Hungary).
1997

Di Passaggio; coreografia e danza: Giuliana Urciuoli, Valentina De Piante; produzione: Maszk –
Szeged, Hungary – primo premio al Concorso Coreografico Nazionale per coreografi e interpreti
« Infiorata d’oro,  1997» - Genzano di Roma (Italy) – secondo premio al International Dance
Festival/Competition - Iasi (Romania)



 
 
INTERPRETE, DANZATRICE, PERFORMER
 
2008
Instead of allowing some thing to rise up to your face dancing bruce and dan and other things
coreografia: Tino Sehgal, Villa Reale, Galleria d'Arte Moderna, Milano
 
2002
Une chambre dans le desert, et, coreografia: Alessandra Vigna, Yutaka Takei, production: 
La Biennale di Venezia, Ballet National de Marseille, presented in Paris (march 2003)
at Théàtre de l’Aquarium – Cartoucherie, after the invitation of Carolyn Carlson-l’Atelier de Paris
 
2002
SPES, sentimentalismi per esperti sentimentali; coreografia: Silvia Traversi; produzione: La Biennale
di Venezia – Teatri di Vita – Armunia Festival
 
2001
J. Beuys Song, coreografia: Carolyn Carlson, produzione: La Biennale di Venezia – Teatro Massimo di
Palermo
 
2000
Light Bringers, coreografia: Carolyn Carlson, produzione: La Biennale di Venezia, Teatro Verde – Venezia
 
1999
Erszebet; coreografia: Stefania Benedetti; produzione: Stefania Benedetti
 
The still time; coreografia: Enzo Procopio; improvvisazione: Giuliana Urciuoli; performance per il
festival “The Virtual Body” organizzato da AGON, Palazzo Reale - Milano
 
dal 1995 al 1998
Drans; Urban Dance Project; coreografia: Ariella Vidach; produzione : A.I.E.P.
 
Arena; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
Kroki; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
Trio; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary Dance Company 
 
Le Sacre du Printemps; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary
Dance Company
 
Homo Ludens; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary
Dance Company
 
Man of Mud; coreografia: Juronics Tamàs (Hungary); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
Requiem; coreografia: Roberto Galvan (Argentina); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
Concert for Bandoneon and orchestra; coreografia: Roberto Galvan (Argentina); produzione:
Szeged Contemporary Dance Company
 
Night Flight; coreografia: Roberto Galvan (Argentina); produzione: Szeged Contemporary
Dance Company
 
Top Cream; coreografia: Itzik Galili (Netherlands); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
If; coreografia: Itzik Galili (Netherlands); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
Sepia Smile; coreografia: Ben Craft (UK); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
                                                                                                                              
Instead of Living; coreografia: Vera Sander (Germany); produzione: Szeged Contemporary
Dance Company
 
Tracks; coreografia: Piet Rogie (Netherlands); produzione: Szeged Contemporary Dance Company
 
G-is-el-2; coreografia: Amir Kolben (Israel); produzione: Szeged Contemporary Dance Company




KIDS _ LABORATORI PER L'INFANZIA